Tragedia in azienda: muore stritolato dagli ingranaggi del nastro trasportatore

BESANA IN BRIANZA - Ha fermato il macchinario per i lavori di pulizia e manutenzione, ma questo ha ripreso ha funzionare: un senegalese di 23 anni, stamattina, è stato stritolato dagli ingranaggi alla Ovc di via Parini

E’ rimasto stritolato tra gli ingranaggi del nastro trasportatore che stava pulendo. Incidente sul lavoro lunedì mattina alla Ovc di via Parini a Besana in Brianza, un’azienda che produce filati di vetroresina. Loum Cheikh Ibrahima, 23 anni, era arrivato nella ditta di buon mattino, per un lavoro di manutenzione.

Il giovane, di origini senegalesi e residente a Renate, aveva fermato l’impianto e stava pulendo il nastro trasportatore. Secondo una prima ricostruzione della polizia locale di Besana Brianza, poco dopo le 9 il macchinario ha ripreso a funzionare, e il 23enne è stato stritolato dagli ingranaggi. Le ferite lo hanno ucciso all’istante.

I primi ad accorgersi sono stati i colleghi di lavoro. Impossibile però ogni tentativo di salvarlo. Quando i colleghi si sono avvicinati, il giovane era già morto.

"Lesioni incompatibili con la vita" si legge nello scarno resoconto dei medici del 118, che non hanno potuto fare nulla per salvarlo. Sul posto sono arrivati anche l’elisoccorso e i carabinieri di Seregno. Indagini in corso per accertare le responsabilità e la presenza di tutte le misure di sicurezza. 


Vuoi ricevere le notizie nella tua mail? Iscriviti alla newsletter: clicca qui
(in base alle impostazioni del tuo gestore potrebbe finire in caselle diverse dalla "Posta in arrivo")