Espulso dall'Italia, ritrovato nelle Groane: marocchino in manette

LIMBIATE - Il 9 agosto 2016, su disposizione della Prefettura di Milano, era stato espulso dall'Italia: il marocchino, però, è stato ritrovato sabato nel corso di controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Desio nell'area delle Groane. Per lui si sono aperte le porte del carcere

Per lo Stato italiano era tornato ufficialmente nel suo Paese d'origine, il Marocco. L'extracomunitario, venticinquenne, in realtà circolava liberamente in Brianza. Sorpreso a Limbiate dai Carabinieri, è stato arrestato per violazione della normativa sull'immigrazione.

Il nordafricano, nullafacente e pregiudicato, è stato sorpreso sabato pomeriggio nel corso di alcuni controlli nell'area delle Groane. Era in compagnia di alcuni connazionali, risultati perfettamente in regola.

Lui, invece, era sprovvisto di documenti. E' stato pertanto sottoposto a fotosegnalamento e si è scoperto che il 9 agosto 2016 era stato espulso dall'Italia con provvedimento firmato dalla Prefettura di Milano.

Avendo fatto ritorno di nascosto, prima dei cinque anni prescritti dalla normativa, è stato immediatamente arrestato e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.


Vuoi ricevere le notizie nella tua mail? Iscriviti alla newsletter: clicca qui
(in base alle impostazioni del tuo gestore potrebbe finire in caselle diverse dalla "Posta in arrivo")