Gli ascensori alla stazione slittano di sei mesi

MEDA - La lista civica Meda per Tutti sollecita Regione Lombardia, il Pirellone risponde: ma la lettera ricevuta è poco incoraggiante. I lavori per l'installazione degli ascensori alla stazione, invece di fine 2015 saranno aggiudicati nel mese di giugno 2016.

Per gli ascensori alla stazione Fnm, unico sistema per tutelare le categorie deboli nell'ambito dei lavori di ammodernamento della struttura, bisognerà attendere un po' di più: pare di capire non prima dell'estate 2016.

E' quanto ha comunicato Regione Lombardia alla lista civica "Meda per Tutti" che, insieme alla lista "Con Buraschi per Meda", aveva cercato di sensibilizzare le istituzioni riguardo ai disagi dei pendolari e alla necessità di realizzare alcuni lavori alla stazione per rimuovere alcuni ostacoli o per evitare spiacevoli conseguenze. E che a tutt'oggi, dopo aver depositato quelle firme, continua a tenere alta l'attenzione su quelle opere.

"Di recente - spiega Vermondo Busnelli, capogruppo di "Meda per Tutti" - avevamo chiesto a Regione Lombardia sui lavori urgenti richiesti protocollando le 1.097 firme. A luglio ci era stato risposto che Ferrovie Nord aveva già in corso il progetto per gli ascensori, comprensivo anche della parte di pensilina di protezione: trattandosi peraltro di un progetto esecutivo da aggiudicare ai sensi della normativa vigente in materia di appalti pubblici, l’aggiudicazione era prevista per fine 2015”.

Purtroppo non sarà così: "Con lettera del 17 novembre - racconta Busnelli - la Direzione Generale Infrastrutture e Mobilita? di Regione Lombardia, Struttura Infrastrutture ferroviarie, metropolitane e per lo sviluppo urbano ha scritto che 'Ferrovie Nord sta anticipando la progettazione degli ascensori di stazione con previsione di indizione gara di appalto entro fine 2015 ed aggiudicazione dei lavori entro giugno 2016', mentre 'le restanti opere  (interventi di completamento, consistenti nel prolungamento del sottopassaggio pedonale oltre via Pace e di nuovi impianti di telecomunicazione e di informazione al pubblico) verranno considerate nel contesto dell’aggiornamento del Contratto di Programma per gli Investimenti sulla rete di Ferrovie Nord', la cui definizione e? ancora in corso".

Una risposta che, se da un lato è da apprezzare per la cortesia, dall'altro lascia un po' l'amaro in bocca. "Meda per Tutti", comunque, assicura che continuerà a vigilare e a sollecitare affinché la stazione diventi accessibile, agibile, sicura e funzionale per tutti".